giovedì 12 maggio 2016

Al Napoli per vincere manca Ibra...

Dato per scontato il 2 posto con il record punti quota 82, e la straordinaria annata con Sarri, urgono cambiamenti radicali per poter vincere il tricolore e lottare fino alla fine su 3 competizioni.
Sarri: va confermato, sostenuto e con un contratto degno di un allenatore da Grande squadra quale è il Napoli.
Higuain: annata straordinaria e irripetibile. Va ceduto (con le lacrime agli occhi), perché di più non può dare. Tutto quello che doveva fare lo ha fatto. Sarebbe assurdo costruire una squadra per un fuoriclasse che potrebbe non avere più stimoli.
Insigne: stesso discorso del Pipita. Primi 6 mesi fantastici. Ma come ha detto Sacchi naviga sugli allori. È andato scemando con il passare del tempo. Va ceduto.
Ghoulam: nel suo ruolo con il gioco di Sarri c'è di meglio. Indispensabile la cessione quest'anno e non attendere un ulteriore svalutazione. Di più non può dare. 
Gabbiadini: cessione obbligata! 
Queste le uniche 4 cessioni necessarie per fare un Super Napoli. Non ci sono altre strade da percorrere. Per vincere il titolo è contrastare la Juve servono campioni abituati a vincere e di sostanza. Per cui con il ricavato delle cessioni e gli introiti della Champions si può fare una squadra mega galattica mantenendo i bilanci in attivo. 
Zlatan Ibrahimovic: sicuro partente. Non possiamo permettere a Roma e Milan indebitate all'osso di farcelo scappare. 7 milioni all'anno per 3 anni è l'affare si chiude con un parametro zero. Spesa totale 42 milioni dilazionati in 3 anni.
Yaya Tourè: già entusiasta di Napoli e del Napoli. Con una buona proposta da 24 milioni in 3 anni verrebbe di corsa.
Siquera: terzino sinistro di qualità. Troppa per essere un difensore. Spesa totale sui 30 milioni.
Marlos: la ciliegina sulla torta. Tecnica e fisico. Con 35 milioni si porta a casa la migliore mezzala in circolazione, tutto mancino particolare non poco rilevante nel modulo di Sarri.

Tutti gli altri confermati incluso Maggio, K2 e Albiol. Con 2-3 giovani si può sognare alla grande. In più darei più motivazioni al gruppo è più Napoletaneità per 2 giocatori che hanno fatto molto bene quest'anno: Paolo Cannavaro e Marco Borriello. Così si mettono a tacere anche le malelingue e si crea un ambiente unico e straordinario. 
La palla passa al Presidente!
Di più non saprei cos'altro consigliare!