giovedì 18 giugno 2015

Napoli, ritiro a Dimaro dall'11 al 31 luglio

Con oggi è ufficiale: il Napoli rimarrà in ritiro nella splendida val di Sole, in Trentino, dall’11 al 31 luglio allungando di cinque giorni il periodo precedentemente previsto (11-26/7). Si è così positivamente concretizzata la richiesta avanzata dalla società partenopea a Trentino Marketing, Apt val di Sole e Comune di Dimaro, capaci in tempo reale di risolvere i problemi logistici legati all’allungamento del soggiorno nella località di vacanza ai piedi delle Dolomiti di Brenta. "A fronte delle richieste del nuovo allenatore Maurizio Sarri Dimaro e la val di Sole si sono immediatamente attivati per rispondere a queste esigenze grazie alla disponibilità degli operatori sia sul fronte dell’ospitalità alberghiera sia delle strutture sportive - commenta Luciano Rizzi, presidente dell’Apt -. Ovviamente questo prolungamento di permanenza sul territorio ci rende felici. Era questa una delle richieste legate al rinnovo del contratto triennale, che ho fortemente voluto".
L’allungamento di cinque giorni del ritiro a Dimaro conferma il forte legame instaurato negli ultimi anni tra la val di Sole e la società del neo tecnico Maurizio Sarri. Organizzazione logistica perfetta, strutture sportive adeguate alle esigenze della squadra e anche un’impeccabile assistenza ai giornalisti (già cinquanta hanno formalizzato la loro presenza dopo appena due giorni dall’apertura degli accrediti) rendono oggi la Val di Sole località ideale per lo svolgimento dei ritiri precampionato.
Una destinazione di vacanza particolarmente apprezzata anche dai turisti-tifosi che ogni anno animano la valle e garantiscono interessanti ritorni economici agli operatori locali. Il legame che ci lega a Napoli – spiega Romedio Menghini, sindaco di Dimaro-Folgarida - è molto forte e per questo abbiamo fortemente voluto il rinnovo dell'accordo con il club azzurro: ormai in Europa moltissimi tifosi del Napoli aspettano l'occasione di venire a Dimaro per godere delle bellezze delle Dolomiti e coltivare la loro passione sportiva".