venerdì 28 febbraio 2014

Napoli-Swansea 3-1 ma con tanta sofferenza














Il Napoli batte lo Swansea 3-1 e passa agli ottavi di finale di Europa League. Primo tempo al massimo con tante occasioni da gol da una parte e dall'altra fino al gol di Insigne al 17' del primo tempo. Sul filo del fuorigioco insacca con un pallonetto sull'uscita del portiere. Da lì in poi è stata una continua sofferenza per la difesa azzurra. I Gallesi arrivavano da tutte le parti e al 30' c'è il pareggio con DeGuzman. Da quel momento il Napoli sparisce dal campo e diventa la stessa squadra lenta e senza idee vista con il Genoa. C'è da dire che prima del gol di Insigne il Napoli ha sciupato 2 clamorose occasioni da gol con Higuain, solo davanti al portiere. Nella ripresa lo Swansea controlla senza troppi affanni il Napoli fino all'ingresso in campo prima di Hamsik e poi di Mertens. Su incursione di quest'ultimo sulla fascia destra al 78' nasce il gol di Higuain che porta il Napoli sul 2-1. Lo Swansea si porta in avanti e ci vuole una grandissima parata di Reina su un colpo di testa avversario per salvare il risultato e consentire al Napoli di segnare anche il 3-1 in contropiede con Inler al 93', preceduto da 2 clamorose occasioni da gol sciupate malamente da Higuain (a porta vuota) e da Hamsik solo davanti al portiere. Vittoria sofferta contro un buon avversario, sicuramente la squadra più forte incontrata dalle Italiane in Europa League. Infatti sia la Juventus che la Fiorentina hanno fanno allenamento infrasettimanale rispettivamente con Trabzonspor e Esbjerg. La Lazio, sfortunata pareggia 3-3 con 2 colossali errori di Marchetti e viene eliminata. Il Napoli agli ottavi di finale incontrerà il Porto (3-3 in Germania) mentre Juve e Fiorentina si opporranno per il derby Italiano.
Analisi della partita: francamente, da tifoso del Napoli, credo che nel computo delle 2 partite, i Gallesi meritavano qualcosina in più, anche se il Napoli non ha rubato niente. I gol sono stati tutti regolari e non ci sono stati errori arbitrali decisivi, come ad esempio nel caso della Lazio, dove il gol del 2-2 la palla non era completamente entrata, o nel caso della Juventus sul gol dei turchi dove la palla non era completamente uscita dal rettangolo di gioco. Lo Swansea mi è sembrata una buona squadra con un buon possesso palla e tanta velocità in attacco. Per essere una neo promossa in Premier League, bisogna fargli i complimenti. Questi giocano bene a calcio e possono solo migliorare. Bony, Williams, Chico e De Guzman sono veramente bravi. Il Napoli ha fatto benissimo i primi 20 minuti, poi è letteralmente scomparso fino al 78', dove c'è stato un lampo di Mertens e la zampata vincente del Pipita. La difesa come al solito è totalmente da rivedere. Ghoulam e Maggio difendono poco e male. Henrique mi sembra troppo lento e macchinoso, ma con piedi buoni e Albiol inzia a scricchiolare. Per fortuna c'è Reina che salva tutto con almeno 2 parate importanti, anche se sul primo gol poteva e doveva fare di più, in quanto anche se la distanza era ravvicinata il tiro è sembrato centrale e non irresistibile. Callejon è sembrato poco lucido e poco incisivo, giustamente sostituito. Inler continua a fare troppi errori nell'impostazione e molto spesso costringe la squadra a ripiegare. Berhami sufficientemente incisivo e solito combattente. Higuain e Insigne mi sono sembrati i migliori, e non solo per i gol, ma soprattutto per il lavoro svolto in copertura e per il pressing sui difensori avversari, dove molto spesso li hanno indotti all'errore. In prospettiva futura, e poichè il prossimo avversario è di altra caratura, anch'egli retrocesso dalla Champions League come il Napoli, bisogna dare di più. Sicuramente non irresistibile, ma con molta esperienza in campo Internazionale. Attualmente credo che il Napoli sia una spanna sopra il Porto, e quindi bisogna puntare in alto e arrivare ai quarti.
VAMOS!