domenica 3 marzo 2013

Rizzoli si conferma il peggiore arbitro della serie A

Nell'anticipo serale della 27^ giornata, importante per l'alta classifica (3^ vs 4^),  tra Milan e Lazio, finisce 3-0 per i rossoneri e con tante polemiche, come spesso accade quando c'è di mezzo il peggior arbitro della seria A, ossia Rizzoli. Il Milan avrebbe vinto la partita ugualmente, anche perchè è sembrato più brillante rispetto alla Lazio fin da subito. Al 17' minuto del primo tempo, primo disastro dell'arbitro, che su incursione di Elsharawy, fischia 1 fallo a limite dell'area ed espelle ingiustamente Candeva per fallo da ultimo uomo. Nell'immagine si vede in modo chiaro e limpido che non è chiara occasione da gol, perchè non è solo davanti al portiere, è distante oltre 20 metri dalla porta, defilato a sinistra e non centrale, e soprattutto perchè c'è il recupero di 2 difensori della Lazio che sono perfettamente in linea con l'attaccante rossonero, e comunque pronti ad intervenire. Lazio in 10 uomini, e fine della partita. Con questo Milan così pimpante e con un uomo in meno non resta che attendere la rete rossonera. Puntualmente gliela regala ancora una volta Rizzoli, che non vedo 2 falli rossoneri nella stessa azione. Il primo del Fraone e il secondo più evidente di Pazzini, autore della marcatura, che spinge via Diaz in modo plateale e determinanate. Per il resto è solo un monologo rossonero che passeggia sulle ceneri della Lazio.
Con questi 3 punti regalati dalla terna arbitrale al Milan, siamo arrivati a quota 14 punti in più rispetto a quelli che avrebbero dovuto avere i rossoneri senza l'aiuto degli arbitri. Ne cito qualcuno solo per rinfrescare la mente. Milan- Juventus 1-0, mani e rigore inventati dll'arbitro (3 punti). Milan-Udinese 2-1 l'arbitro si inventa un rigore inesistente al 93' a favore del Milan (3 punti). Adesso che gli arbitri lo hanno portato in 3^ posizione, mi auguro che la storia finisca e come dice il Santone, i conti ritornino, ossia che i 14 punti in più dati dagli arbitri, vengano restituti tutti fino alla fine per le altre squadre, ad iniziare da domenica a Genoa, squadra che lotta per non retrocedere.