mercoledì 6 marzo 2013

Omaggio ad 1 Campione: George Best

Nacque in Irlanda del Nord durante una rissa con dei terroni di Dublino, quando un tizio sferrò un pugno in pancia a sua madre, talmente forte da metterla incinta e da far venire al mondo il bambino in un colpo solo. Questo lo portò a nascere di costituzione gracilina, fatto che non gli permise di competere negli sport nazionali del suo paese: la rissa negli Off License e il terrorismo religioso. Nato in un periodo in cui era illegale in Irlanda del Nord mescolare idrogeno e ossigeno a causa di una superstizione popolare che vedeva in questi elementi un simbolo papale, il piccolo Georgieboy fu costretto a sopravvivere tracannando whisky di quarta scelta e birra riciclata. In quest'epoca ebbe il primo litigio col suo fegato, col quale conviveva, per problemi di soldi.
Stimolato da questo contesto culturale George partì per un viaggio memorabile, di cui nessuno ricorda nulla. Ciò che si sa è che Best, appena quindicenne, si svegliò a Manchester, ai margini di un campo da calcio di periferia (campetto di Manchester, oratorio dei Salesiani di Manchester, Old Trafford). Redento da quell'esperienza, ebbe una vocazione filosofica e cominciò la sua predicazione, non appena finito di vomitare. Notato per il carattere semplice, umile e disponibile, fu rapito contro la sua volontà e costretto a diventare calciatore. Il successo di Best; Ben presto Best si conquistò un posto da titolare nella prima squadra, date le sue grandi qualità, e un posto nel cuore dei tifosi, grazie alle sue fungirls
Una normale azione di gioco durante una partita di Best.
In questo periodo Best distrusse tutti i record. In una partita di FACup contro i semi-professionisti del Northampton riuscì a segnare ben sei reti, di cui un rigore, due di testa e un autogol, che venne assegnato comunque al Manchester perché tutti lo ritennero troppo spettacolare per essere assegnato a una squadra di dilettanti. Altri record furono infranti da Best per quanto concerne le bevute, il sesso e le multe per eccesso di velocità. Infatti tutt'oggi egli è ricordato come il calciatore ad aver bevuto più birra, aver scopato più gnocca e aver superato più volte i limiti durante la stessa partita di calcio.
Con lo United vinse la Premiere League nel 1967, mentre col Manchester vinse la Champions League (Coppa dei Campioni) nel '68, tra l'altro segnando due gol al Benfica in finale e prendendosi gioco di Eusébio perché aveva le ginocchia valghe. Al ritorno all'aeroporto scese dall'aereo con un sombrero in testa, mandando in delirio la folla senza un'apparente buona ragione. Tra l'altro, per questo gesto, venne pure soprannominato il quinto Beatle, probabilmente in senso ironico nei confronti di Pedrito Migliores, immigrato messicano che suonava la batteria di nascosto per mascherare l'incapacità di Ringo Starr.

George Best Tribute