lunedì 4 marzo 2013

I peggiori arbitri del Mondo

I giornali Italiani si sbagliano da anni e sono di parte, quando dicono che gli arbitri Italiani sono i migliori del Mondo. Forzature della Federazione Italiana Gioco Calcio, per non perdere credibilità e soprattutto non far perdere interesse allo sport più popolare del Paese. Gli arbitri Italiani sono i peggiori d'Europa, e se escludiamo i Paesi sottosviluppati, sono i peggiori del Mondo. Infatti solo in Germania e in alcuni Paesi del Nord Est Europa si sono avuti casi di partite taroccate e decise a tavolino con il contributo degli arbitri. Moggiopoli o Calciopoli, come volete definirla, è stato lo scandalo peggiore da quando esiste il calcio, ed è uscito fuori con forzature e in notevole ritardo. Tutti abbiamo avuto da sempre il sospetto che la Juventus fosse favorita dagli arbitri ma mancvano le prove. Sono anche sicuro che non è uscito fuori tutto il marcio consumato, perpetrato per decenni a danno degli sportivi e del calcio Italiano. La Federazione è colpevole, cos' come lo sono le società. Gli arbitri Italiani sono inadatti, inappropriati e soffrono di sudditanza psicologia a favore di squadre blasonate come possono essere Juventus in primis, Milan e Inter in ordine cronologico. Non a caso sono le 3 squadre più scudettate del Paese. Sarebbe facile pensare il contrario, ma per anni abbiamo assistito ad uno scempio vergognoso a danno di altre squadre, in primis il Napoli, la Roma, la Lazio, Fiorentina e tutte le altre che hanno pagato dazio anche con la retrocessione. Gli arbitri Italiani vengono condizionati anche dai giocatori in campo. Ammonire Pirlo o Zanetti diventa quasi un utopia. Ammonire ed espellere tale Barreto o Domizzi diventa una forzatura regolare e continuativa. Nelle partite di cartello si privilegia la squadra che sta in testa. La storia insegna che Juventus e Milan, da sempre amiche, lasciano punti preziosi a chi è davanti, e nel caso di spareggi si privelegia la più forte, quasi sempre la squadra bianconera. Ogni domenica c'è un episodio che favorisce le squadre di testa, ad eccezion fatta per Napoli, Lazio o Roma. Un esempio di quando si va a scuola e quello più adatto; un bambino che studia viene incentivato di più con un ottimo voto, quello che va male viene lasciato a se stesso, e si chiede l'intevento dei genitori. Il calcio è identico, se il Milan è più forte della Lazio (ultima partita di campionato) non si fa nulla per difendere il più debole, e si infierisce ancora di più, fino a quando la partita non si è conlusa. Mai vsito un arbitro (Rizzoli) attendere quasi 2 minuti per espellere un giocatore dal terreno di gioco (Candeva della Lazio per non fallo da ultimo uomo). Gli arbitri Italiani vanno rifondati, gestiti ad hoc (non da Braschi) e devono essere non tifosi (Collina era tifoso della Lazio). Tutto il resto sono frottole dei giornalisti.