sabato 9 marzo 2013

Genoa-Milan 0-2: l'arbitro regala 3 punti ai rossoneri

Anticipo della 28^ giornata. Il Milan favorito dall'arbitro per l'ennesima volta vince 2-0 a Marassi. Gara equilibrata sbloccta da 1 gran gol di Pazzini che di destro infila la palla all'incrocio dei pali. Raddoppio di Balotelli subentrato allo Stesso Pazzini. Ci risiamo, e la cosa sta diventando insostenibile. 3 rigori negati al Genoa, di cui 2 nettissimi, che solo un cieco non avrebbe visto, tranne che  l'arbitro Damato, che riesce nell'impresa di non vedere 2 falli netti da rigore che avrebbero sicuramente cambiato la partita. Entrambi di Niang che tocca di mano e spinge l'avversario in modo palese. Con questa ennesima vergogna, siamo arrivati a quota 18 punti in più per i rossoneri grazie all'aiuto degli arbitri. Una sequenza impressionante con scandali a ripetizione, solo per arbitri compiacenti che non vedono o che fanno finta di non vedere. Che cosa sta succedendo? Dove sta il trucco? Dovremmo sapere qualcosa che non riusciamo a capire? Siamo di fronte ad un altra calciopoli? Tutte domande che esigono una risposta. Non è possibile continuare a sbagliare a senso unico. 2 punti dall'Udinese con un rigore inventato al 94', e quello più recente di soli 5 giorni fa contro la Lazio che ancora recrimina per un espulsione assurda e 1 gol irregolare. Credo francamente, che c'è a rischio la posizione del Napoli, e forse anche quella della Juventus, considerato lo scontro diretto ancora da giocare. Questo campionato, comunque vada è già falsato dalla posizione del Milan, che non merita di occupare.