martedì 1 marzo 2011

Milan Napoli 3-0: decide l'arbitro Rocchi

Milan - Napoli 3-0: che il Napoli potesse fare una partita opaca e poco brillante non era previdibile, che l'arbitro Rocchi potesse favorire il Milan in modo palese, era abbondantemente stato preventivato in anticipo, e non solo per le dichiarazioni di Mazzarri.
Il Napoli trova il capolinea nella sfida scudetto al Meazza vs il Milan. Primo tempo inguardabile da entrambe le parti, rossoneri con il solo possesso palla senza mai impensierire De Sanctis e Azzurri che non superano mai la metà campo. Nella ripresa al 4' l'episodio che decide la partita: cross in area di Gattuso per Ibra, che per colpire di testa da dietro, effettua un fallo su P.Cannavaro, nettamente in anticipo, visto anche dalla Luna. La palla colpita dal difensore in modo scomposto finisce sulla testa di Pato, che nel colpirla rimbalza sul braccio largo di Aronica involontariamente (Aronica non vede la palla), e che ha sua volta subisce fallo da Flamini, che tenta la sforbiciata.L'arbitro Rocchi, opta per il calcio di rigore, ammonendo Aronica. Furia Napoli, che accerchia il Direttore di gara, asserendo le proprie ragioni, nulla da fare. Rigore per il Milan trasformato da Ibra, 1-0 e fine della partita. Il Napoli, senza idee e senza lucidità concede 2 contropiedi fatali 2 vs 2 a Pato e Ibra che non hanno alcun problema ad arrotondare il bottino al 77' e 79' del secondo tempo. Un Napoli inguardabile presentato a San Siro, mai in partita, mai un tiro in porta in 90'. Nulla toglie come detto, che il risultato è stato sbloccato su un errore macroscopico dell'arbitro Rocchi, che riesce nella mastodontica impresa di fare 3 errori nella stessa azione in 1 secondo. In aggiunta a quanto detto e nonostante la pessima prestazione Azzurra, nel contesto vengono fischiati anche 3 fuorigioco inesistenti dai segnalinee a sfavore del Napoli e che almeno 5-6 falli sono stati invertiti. Se gli azzurri avessero potuto fare qualche azione da gol nella tempesta di San Siro, ARBITRO E SEGNALINEE LI HANNO FERMATI SUL NASCERE, come dire, inutile che giochiate a calcio, tanto da qui uscirete sconfitti. Detto, fatto: pessima prestazione con scandalosa direzione di gara.