sabato 12 giugno 2010

Mondiali 2010: Esordio Argentina senza botti

L'Argentina di Diego Armando Maradona fa il suo esordio ai Mondiali di calcio in Sud Africa, e batte a fatica 1 - 0 la Nigeria. Il gol è del difensore Heinze al 5' del 1° tempo, che sfrutta di testa un calcio d'angolo. Per il resto è stato un dominio Argentino, che ha avuto almeno nei primi 45' altre 4 palle gol nitide, divorate dai fuoriclasse (questo è da vedere) Higuain e Leo Messi. Ha fatto un ottima figura il portiere Nigeriano sulle varie conclusioni degli attaccanti sotto porta. Nella ripresa è sempre l'Argentina ad avere il predominio sulla partita, ma gli Africani si fanno vedere pericolosamente in area almeno in 3 circostanze, una su tutte in modo clamoroso sfiorano l'incredibile pareggio. Alla fine se pur di misura vincono i Sud Americani con un misero 1 - 0. Maradona è apparso eclettico, frizzante, grintoso e arrabbiato. Sempre a protestare sulle decisioni dell'arbitro (tutte giuste) e ad implorare sui gol sbagliati dai suoi giocatori. Insomma Maradona è apparso un Padre di famiglia, ma con una mediocre scelta tattica e tecnica sulla squadra e su i giocatori da utilizzare. Higuain di sicuro non è un fenomeno, e se riesce a sbagliare gol già fatti, allora diventa un problema tenere Milito in panchina, e diventa ancora più problematico aver rifiutato giocatori come il Pocho. Veron è apparso lento e macchinoso, è mai ha effettuato il cambio di marcia. Tevez è una mina vagante, inconcludente e deludente. La difesa, eccetto Samuel, fa ridere. Ha sbandato paurosamente in diverse circostanze, è solo perchè i Nigeriani sono pochissima cosa, che la partita non ha preso una piega diversa. Messi è stato travolgente e sconvolgente (per i gol sbagliati) allo stesso modo. Se Maradona ritiene che sia lui a dover prendere la squadra per mano, insieme con Veron (ultratrentenne), beh, allora credo che non possa arrivare nemmeno tra le prime quattro. Mi è semrato di vedere una squadra tutta grinta e cuore, con buone trame di gioco, a tratti in spazzi larghissimi offerti dagli avversari, ma niente di più di una squadra mediocre, mal messa in campo e senza idee. La Nigeria è stata quello che ci si aspettava, inesistente e inconsistente. Piedi scarsi e poca propensione al gioco. Non ho mai visto in tanti anni, una partita dove si presentano in contropiede 5 vs 2. Per fortuna degli Africani che Messi e Hiuguain, oggi non segnavano nemmeno con le porte scorrevoli.