mercoledì 19 maggio 2010

La storia del Napoli: dal 1936/37 fino alla retrocessione nel 1942

I campionati del Napoli dal 1936/37 fino al 1942 sono di estrema mediocrità, di una squadra in declino e sull'orlo del baratro, che si conclude nel 1942 con la retrocessione, per la prima volta in serie B. Fino ad allora il Napoli non aveva effettuato campionati esaltanti. Quello del 1936/37 si concluse con un 13° posto, 24 punti raccolti con 8 vittorie, 8 pareggi e ben 14 sconfitte. L'anno successivo fece un pò meglio, piazzandosi al 10° posto, reliazzando 28 punti, divisi in 8 vittorie, 12 pareggi e 10 sconfitte. Nel 1938/39 ottenne un discreto risultato piazzandosi al 7° posto con 31 punti (10 vittorie, 11 pareggi, 9 sconfitte). Nel 1939/40 evitò la serie B per un pelo collocandosi al 14° posto con al passivo ben 15 sconfitte, di cui 7 in casa. Si risollevò nell'anno successivo con l'8° posto e un garnde Luigi Rosellini, miglior marcatore azzurro con 13 gol. Nel 1941/42 retrocesse in serie cadetta con un pessimo 15° posto, preceduto da 15 sconfitte e 51 gol subiti. Ecco di fatto la prima retrocessione della storia calcistica del Napoli, e nulla valse la buona rimonta nel finale, in quanto il Livorno si salvò a discapito del Napoli, andando a vincere all'ultima giornata a Milano 3 - 0