mercoledì 19 maggio 2010

La storia del Napoli: campionato 1927/28

Nonostante il Presidente Giorgio Ascarelli avesse assicurato alla Fedrazione di rafforzare la squadra per la disputa di un campionato dignitoso, il Napoli nel proprio girone (A), non seppe fare meglio del terzultimo posto, pertanto retrocede in seconda Divisione, insieme con Lazio e Reggiana, con 15 punti e con una sconfitta pesante per 11 - 0 fuori casa, contro il Torino del trio delle meraviglie Baloncieri, Libonati e Rossetti. Il Torino vince lo scudetto e il Napoli, se pur retrocesso viene ripesacto nella massima serie per l'unificazione dei gironi.