mercoledì 12 maggio 2010

Il campionato del Napoli 2009/2010

Premesso di essere più che soddisfatto del grande campionato del Napoli e dello splendido 6° posto in Classifica con qualificazione diretta in Europa League, e che dopo le prime 7 sciagurate giornate, credo nessun tifoso se lo aspettava, bisogna dire anche che il ns caro Presidente poteva e doveva fare di più nel mercato di riparazione di gennaio. Ho avuto la netta sensazione che Aurelio non volesse andare in Champions per ovvi motivi economici. Infatti sarà anche vero che entravano circa 50 milioni di euro (qualificazione e incassi), ma è altrettanto vero che avrebbe dovuto investire almeno il doppio per organizzare una squadra competitiva. Ad ogni qual modo rimane un teorema che mai potremo sapere. Il cammino del Napoli è stato entusiasmante dall'ottava di Campionato alla 19^, con vittorie importanti a Firenze, Torino vs la Juve, Bergamo...Non sono come i giornalisti Napoletani, che sanno solo criticare ed esprimere il loro malcontento anche quando il Napoli va bene. Confermo solo ciò che ho detto prima, che se il Presidente avesse acquistato un buon centravanti a gennaio, nel mercato di riparazione, es. Max Lopez, che non stava giocando a Catania o un certo Luis Fabiano del Siviglia (messo sul mercato a gennaio per soli 20 milioni di euro), il Napoli poteva tranquillamente andare in Champions League, magari arrivare anche 3°, visto il disastroso campionato di Milan, Fiorentina e Juventus. Con il segno di poi, comunque diventa tutto più complicato, fatto è che il suddetto rimane solo un rammarico per l'intera tifoseria, che nulla toglie ai meriti di Palermo e Samp, ma credo francamente che il Napoli quest'anno non fosse inferiore. Detto questo, bisogna affermare con estrema convinzione che al Napoli quest'anno mancano almeno 8 punti legittimi e conquistati sul campo, ma tolti da arbitri vergognosi, scandalosi e disastrosi. Non dico come tanti, che ne mancano 20, ma almeno 8 punti nelle partite con l'Udinese, Genoa e Fiorentina, peraltro dominate in lungo e in largo. Con l'Udinese l'arbitro ha invertito clamorosamente un fallo da rigore su Maggio, in simulazione con relativa espulsione dello estesso, rivoltando un risultato scontato a favore del Napoli. Con il Genoa in casa, mancano all'appello 2 rigori clamorosi e con la Fiorentina un riogore planetario con relativa espulsione non dato ai danni di Lavezzi solo davanti al portiere. Ecco, fatto gli 8 punti legittimi e sacrosanti non dati al Napoli dagli arbitri, che gli avrebbero permesso di andare in Champions. Il Presidente e la Dirigenza non si sono fatti mai sentire, a differenza di altri e il Napoli, violentato dalla Federazione ne è uscito pesantemente penalizzato. Non so quando ci ricapita un altra occasione, anche perchè l'anno prossimo ci sarà sicuramente la Juventus, e probabilmente la Fiorentina e il Genoa, che quest'anno sono crollate, oltre alla Samp, il Palermo e sicuramente la Lazio. "Forza Napoli, comunque e dovunque".