giovedì 13 maggio 2010

Attila Sallustro: il Divo

Attila Sallustro nasce ad Assuncion (Paraguay) il 1908, da genitori Italiani, ben presto si trasferì in Italia e nei primi anni '30 iniziò a giocare nel Napoli. Con la maglia azzurra ha realizzato 107 reti, record assoluto imbattuto per un giocatore del Napoli. Esordì in Nazionale a soli 21 anni collezzionado 3 presenze e 1 gol, in seguito Pozzo gli preferì Giuseppe Meazza. La sua carriera calcistica fu segnata dall'avvento della seconda guerra Mondiale, ma questo non impedì di disputare 8 campionati con il Napoli e segnando un era straordinaria per la storia del club. Malgrado il carattere estroverso e taciturno è stato indubbiamente uno dei più amati dai tifosi del Napoli, che addirittura durante gli spettacoli teatrali della sua amata, si fermavano tutti per applaudirlo e glorificarlo. Al passaggio di Sallustro in città, il popolo lo circondava di affetto per ore, paralizzando il traffico e la città. Verso la fine degli anni settanta gli fù affidata la direzione dello stadio San Paolo in segno di riconoscimento. Morì a Roma il 28 maggio 1983.